Sì al nuovo parcheggio tra via Scalabrini e via Vandelli

20180326_090557

 “Ci sembra un’ottima idea, che possa finalmente dare sollievo alla fame cronica di parcheggi che si ripropone tutte le mattine: i nuovi stalli sono utili non solo ai pendolari che si recano alle stazioni ferroviarie di Camerlata, ma anche ai dipendenti delle numerose imprese della zona”. Il presidente di Confesercenti Claudio Casartelli manifesta il pieno appoggio al progetto di realizzare una grande parcheggio a Como tra via Scalabrini e via Vandelli, nel cosiddetto piano caricatore di Rebbio, avanzata in una interrogazione dal consigliere comunale del Pd Gabriele Guarisco. Oggi l’area è abbandonata a sé stessa, colma di piccoli rifiuti che si sono accumulati nel tempo, con una struttura rialzata in cemento che la rende inaccessibile alle auto: nell’interrogazione si legge che l’area è di proprietà del Comune di Como. Rileviamo che le somme messe a disposizione da Esselunga per riqualificare alcuni comparti di Camerlata si potevano indirizzare in quest’area. La realizzazione del nuovo parcheggio libero e non a pagamento sarebbe utile anche dopo il compimento della stazione unica di Camerlata che sarebbe dotata di 290 stalli a pagamento: per chi lavora, infatti, il parcheggio dovrebbe essere un diritto garantito e non una voce di costo eccessiva che alleggerisce fin troppo la busta paga.

Condividi: